Vai al contenuto principale

Secondo un’indagine firmata Natixis Investment Managers condotta sui Millennial (nati tra il 1981 e la fine degli anni ‘90) - dal nome Cinque verità finanziarie sui millennial - questa generazione è sempre più interessata alla consulenza finanziaria professionale. 

Chi fa parte di questa generazione può ricordare un’epoca di stabilità economica, bassi tassi d’interesse e poca inflazione, ma ricorda anche periodi di forte instabilità e pericolo, come l’11 settembre e la crisi finanziaria. 

Stabilità e perdita sono quindi le dinamiche che questa generazione si porta dietro, per questo motivo sono, al contrario di quello che si pensa, particolarmente inclini ed interessati ad essere guidati nella gestione delle proprie finanze.

Guardiamo insieme un po’ di numeri derivanti da questa ricerca:

  • Il 59% dei Millennial si affida oggi a un consulente finanziario professionale, superando di tre punti percentuali la Generazione X (vale a dire i nati tra il 1965 e il 1980) e di 11 punti percentuali i Baby Boomer (nati tra il 1946 e il 1964).

  • Di questo 59% il 40% si affida al consulente finanziario in via esclusiva, il 19% in combinazione con quelli offerti da un robo-advisor mentre solo il 7% punta unicamente sui consigli d’investimento automatizzati.


Gli interessi finanziari dei Millennial


Da questa indagine emerge quindi un’immagine dei Millennial proattivi per quanto riguarda la pianificazione finanziaria.

Tra gli obiettivi finanziari individuati dalla ricerca troviamo quello di andare in pensione intorno ai 60 anni. Il Piano Pensionistico rientra infatti tra le maggiori richieste dei lavoratori, liberi professionisti e imprenditori di questa generazione.

Attenti ai finanziamenti anche da un punto di vista etico e valoriale i millennials sono particolarmente interessati agli investimenti Esg (Environmental, social, governance). Il 52% degli investitori di questa generazione chiede al proprio consulente finanziario di includere i fattori ESG nell'analisi degli investimenti, insieme a fattori finanziari più ampi.

Quanto ha inciso la pandemia?
Sempre secondo questa ricerca il Covid-19 ha fatto sì che il 58% dei millennial si sentisse stressato riguardo alla propria sicurezza finanziaria. 


Le paure dei Millennial


Le tre principali paure finanziarie dei millennial oggi sono: 

  • un’ingente spesa inaspettata, 

  • la sicurezza del lavoro,

  • le tasse. 

Se fai parte di questa generazione fermati e rifletti se ti rivedi in quanto elaborato da questo studio e se non hai le idee chiare ecco a te qualche domanda che ti aiuterà a riflettere sulla tua situazione:

  • Hai familiarità con gli investimenti?

  • Riesci a gestire in ottica di crescita le entrate e le uscite finanziarie?

  • Hai paura nei confronti delle incertezze lavorative e storico-sociali?

  • La pensione rientra tra le tue preoccupazioni e vorresti valutare un piano pensionistico? 

  • Hai un consulente finanziario che ascolta le tue esigenze e i tuoi obiettivi e ti guida verso il raggiungimento di questi?

Se rispondendo a queste domande ti sono venuti dubbi che desideri condividere con un consulente contattami per una consulenza gratuita.

Ricorda che il futuro si costruisce a partire dal presente!

Powered by

Logo Promobulls
Area riservata